A fianco dei docenti per promuovere senso di giustizia e tanta umanità

‘Nei suoi panni’ nasce nel 2018 come proposta innovativa per parlare ai giovani studenti delle secondarie di secondo grado del tema della povertà. Un problema apparentemente noto, che necessita di modalità inedite per diventare oggetto di dialogo tra i ragazzi. 

L’interesse suscitato dal progetto spinge l’intera associazione laica Società di San Vincenzo de Paoli a estendere la sperimentazione in altre regioni in Italia (vedi città e paesi coinvolti).


Obiettivi

‘Nei suoi panni’ è uno strumento a supporto del docente per portare in classe il tema della povertà, della giustizia sociale, del volontariato, nell’ambito delle ore di Educazione civica, Religione, Alternativa, Italiano o come progetto speciale previsto dal POF dell’istituto.  
L’obiettivo è generare empatia, smuovere emozioni, stimolare idee, sviluppare consapevolezze e promuovere comportamenti responsabili, facendoli nascere dalla realtà stessa dei ragazzi.  

Gli strumenti per i docenti

All’interno di una o più lezioni, o come compito a casa, il docente può proporre alla classe:

Video interattivo

da seguire prima singolarmente con il proprio telefonino+cuffie e poi in modo condiviso, facendo seguire il dibattito.

GUARDA ORA

SEI STORIES

in stile pienamente 'social' per stimolare il dibattito in classe su temi come la povertà, il cybebullismo, il volontariato, la disparità sociale.

GUARDA ORA

Contest

Terminata la visione del video o delle stories, il docente invita i ragazzi a creare un ‘messaggio’ che deve esprimere un concetto o una call to action contro la povertà e a sostegno di una maggiore umanità e prossimità. Il docente può caricare il messaggio nell’apposita form presente nell’area riservata.
I messaggi approvati sono raccolti nell’area VOTA e saranno votabili da parenti e amici. Più voti riceverà il messaggio o i messaggi della scuola, più probabilità ha la scuola di scalare la classifica. Sarà possibile caricare un solo messaggio per classe.

Partecipa Vota

I premi

Le prime 3 scuole in classifica per numero di voti vincono premi dedicati all’istituto*.

1a CLASSIFICATA
 BUONO DI 2.000€

da spendere in materiale didattico.

2a CLASSIFICATA
 BUONO DI 1.500€

da spendere in materiale didattico.

3a CLASSIFICATA
 BUONO DI 1.000€

da spendere in materiale didattico.

*Le scuole possono spendere i buoni in materiale didattico secondo le esigenze degli alunni e degli insegnanti che hanno partecipato (es. materiale vario per la scuola, corsi di formazione inerenti al percorso di studi, gita di fine anno, strumenti informatici).


Menzione speciale

I messaggi più belli (a giudizio di Società di San Vincenzo de Paoli) saranno spunto per la creazione di una campagna pubblicitaria sociale e locale, che renderà i ragazzi protagonisti e darà visibilità all’istituto scolastico nel proprio paese.


School start up

Le scuole che vogliono mettersi in gioco possono presentare alla Società di San Vincenzo de Paoli un progetto sociale e partecipare alla selezione che permetterà di ottenere un buono per contribuire alla sua realizzazione. Per partecipare alla selezione è sufficiente creare un progetto che risponda a un bisogno presente a scuola o nel territorio, stimolando la riflessione dei ragazzi e la loro risposta concreta ai problemi che li circondano.

Torna su